Limite quantitativo per l’iscrizione d’ipoteca di Equitalia: Cassazione

 

 Con Sentenza 26 settembre 2012, n. 16348, la Corte di Cassazione ha chiarito che l’Agente della Riscossione non può   iscrivere ipoteca sui beni del contribuente se il debito d’imposta non supera 8.000 Euro.

La Suprema Corte, cassando la tesi di Equitalia che sosteneva che l’iscrizione dell’ipoteca non rientra tra gli atti esecutivi, ha spiegato che l’iscrizione ipotecaria è atto preordinato e strumentale all’espropriazione immobiliare e pertanto è soggetta ai limiti quantitativi di cui agli artt. 76 e 77, D.P.R. n. 602/1973.

Print Friendly, PDF & Email
Questa voce è stata pubblicata in Immobili e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.